CHIROPRATICA

 

Che cos'è la chiropratica

La chiropratica si sofferma sul trattamento delle cause dei problemi fisici invece che soffermarsi sui sintomi. L’assunto alla base è semplice: i problemi strutturali del nostro corpo, in particolare quelli che implicano la colonna spinale, sono in grado di generare disfunzioni del nostro organismo, specialmente al sistema nervoso centrale e periferico.

Il midollo spinale, maggiore via di comunicazione del sistema nervoso, trasmette gli ordini impartiti dal cervello al resto del corpo.

Un disturbo a livello della colonna può interferire con i nervi che fuoriescono da questa. Il termine per questo disallineamento o blocco viene definito ‘sublussazione’.

Questa può dar luogo a vari sintomi quali mal di schiena, dolore alla cervicale, cefalea, dolori alle spalle, parestesia agli arti, sciatalgie e diversi altri disagi, più o meno gravi. Tali sintomatologie possono essere causate da questo ‘schiacciamento’ o interferenza con i nostri nervi al momento dell’uscita dalla colonna, irradiandosi verso il resto del corpo. 

La differenza principale che distingue la chiropratica dalle altre professioni sanitarie è rappresentata dalla cosiddetta manovra di aggiustamento. Punto fondamentale è la concezione secondo la quale il ripristino del corretto stato della colonna è in grado di condurre il corpo all’auto-guarigione.

Nata negli Stati Uniti sul finire del XIX secolo, l’arte della chiropratica è stata a lungo ostacola dalle accademie di medicina tradizionale. Secondo una stima statunitense, la chiropratica oggi è uno dei metodi di cura naturale più diffuso al mondo, terza professione sanitaria negli Stati Uniti per numero di praticanti.

Benefici e controindicazioni della chiropratica

La cura chiropratica è rivolta a soggetti che soffrono di dolori vertebrali e disturbi funzionali relativi all’apparato muscolo-scheletrico, disturbi comuni causati da microtraumi, stress ed errato stile di vita. La manipolazione chiropratica allevia gli stati di dolore, consentendo l’abbandono di terapie farmacologiche.